#YoungWinningNetworker: intervista ad Antonella Sinigaglia

 

Di cosa ti occupi?

Mi occupo di UX e UI design dal 2001 per conto di diverse aziende e multinazionali.

Negli ultimi 3 anni ho lavorato alla creazione della mia startup, Fannabee, dedicata ai collezionisti di musica. Nel mese di aprile avrà luogo il lancio della piattaforma omonima che permette ai collezionisti di catalogare, comprare e vendere cd e memorabilia musicali. Esiste già un app, Fannabee Go, una versione “on the go” della piattaforma che permette ai collezionisti di fotografare e vedere istantaneamente gli oggetti.

 

Perché fai network?

Lavorando nel mondo delle start-up, faccio network praticamente da sempre. È un processo che per me si svolge in due sensi: give back alle persone conosciute, da una parte, continuo apprendimento personale, dall’altra. Mi piace poi conoscere le esperienze delle altre persone e anche poter essere d’aiuto a quelle più giovani.

 

Qual è il tuo consiglio per chi non ha mai fatto network e vorrebbe iniziare?

Consiglierei di iniziare a fare network perché stringere mani è importante: la maggior parte delle volte non si riesce a percepirne immediatamente il valore, ma le conoscenze di oggi possono rivelarsi preziose in un futuro.

 

Come ti ha aiutato il networking a raggiungere i tuoi obiettivi?

Non ti so fornire esempi specifici, però posso dirti che il valore più grande che il networking ha avuto per me è stato il poter avere un confronto con altre persone in situazioni particolari, persone a cui poter chiedere consigli, oppure cosa avrebbero fatto loro in una certa situazione. Il network ti mette in grado di avere un confronto vero su problematiche reali.

 

Perché consiglieresti a chi ci legge di iscriversi a Young Women Network?

Il bello di YWN è dato dal fatto di sapere che rivedrai le persone conosciute con una certa frequenza e potrai stringere rapporti duraturi nel tempo. In generale, un evento o un incontro solo spesso non bastano per parlare con tutte le persone che ti piacerebbe conoscere, oppure per conoscerle come vorresti.

Essendo poi YWN un’associazione tutta al femminile possiamo aiutare a sfatare quel mito per cui esistono certi ambiti, come l’IT, o certe professioni in cui mediamente non ci si aspetta che una donna possa avere successo – come diceva Paola Mungo nell’ultima colazione con YWN. È anche quindi un modo per fare squadra tra noi e farsi forza a vicenda.
#YoungWinningNetworker