Il cambiamento… un nuovo modo di pensare! -The day after

3′

 

Per il mese di Maggio è il cambiamento il tema affrontato per le giovani donne di YWN da Leonella Cardosi, Professional Certified Coach dell’International Coach Federation – ICF, la più grande associazione di coach professionisti nel mondo.

Per quanto si possa essere ostili al cambiamento, coinvolge necessariamente tutti noi, è qualcosa che non si può evitare, che arriva contro la nostra volontà o al contrario che viene cercato; d’altronde siamo noi i responsabili delle nostre azioni, artefici del nostro destino, gli arbitri della nostra vita.

Promuovere una cultura del cambiamento dunque può essere una buona mossa per essere sempre pronte alle incognite della vita ma ancor di più, come diceva Gandhi, per essere il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo.

 

Ma quali sono le competenze da sviluppare per agire in modo attivo ed accogliere il cambiamento?

  1. Lascolto consapevole: la capacità di concentrarsi completamente su ciò che l’altro ci sta dicendo e che non ci sta dicendo, comprendere il significato di ciò che viene detto, cercando di essere presenti nel qui ed ora, argomento centrale anche nella Mindfulness, pratica meditativa che ci ricorda come il cervello sia un muscolo e come tale vada allenato al fine di spegnere le voci interiori che tendono a portarci sempre nel passato o nel futuro impedendoci di vivere il presente realmente;
  1. Comunicare in modo efficace: arrivare al dunque velocemente senza perdersi in premesse inutili che spesso distraggono o deconcentrano chi ci sta ascoltando;
  1. Individuare le proprie priorità, che a seconda delle fasi della nostra vita possono cambiare completamente; avere chiaro cosa si vuole e agire nel cambiamento, consapevoli che le priorità di oggi potranno completamente rovesciarsi domani;
  1. La motivazione: non arrendersi e continuare ogni giorno a perseverare per arrivare dove si vuole;
  1. Responsabilizzazione degli altri chiamata anche leadership diffusa. Bisogna aver fiducia nel prossimo, credere realmente nella capacità di chi abbiamo di fronte di essere leader di se stesso, responsabile e protagonista. Allontanare le nostre convinzioni ed i pensieri limitanti che spesso ci impediscono di comunicare efficacemente con gli altri.

 

Il cambiamento al quale stiamo assistendo oggi ha una portata epocale, al punto da essersi guadagnato il significativo appellativo di Quarta Rivoluzione Industriale, che vedrà la nascita di modelli, strategie e paradigmi nuovi: la cosiddetta Industria 4.0.

Pensiamo ad esempio all’intelligenza artificiale. Saremo in grado di affrontare le richieste del nostro nuovo capo robot? La cosa può far sorridere ma non è poi così lontana da quello che stanno già avvenendo. Basti pensare che secondo un recente studio il 65% dei bambini che oggi studia alle elementari farà domani un lavoro che oggi non esiste.

Quali sono gli strumenti utili al cambiamento?

  1. Il coaching, un vero e proprio strumento che sviluppa l’intelligenza emotiva, attiva la responsabilità ad agire, fa leva sulle motivazioni profonde e sugli ostacoli da rimuovere.
  2. La mindfulness
  3. I valori, che possiamo chiamare anche i nostri GPS, quelli che ci danno la rotta per muoverci verso quello che vogliamo.

Leonella ci ha lasciato anche alcuni consigli di lettura sull’argomento, testi impegnativi ma sicuramente interessanti:

 

 

Silvia Colaneri

One thought on “Il cambiamento… un nuovo modo di pensare! -The day after

  1. Per un errore di pubblicazione non si leggono i titoli che ci consiglia Leonella, eccoli di seguito:
    “Postumano , troppo Postumano” di Paolo Benanti
    “La quarta rivoluzione industriale” di Klaus Schwab
    “La nuova grande trasformazione” di Francesco Seghezzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *