Storie di Passione: Cristina Pozzi

Cristina e la guida (fu)turistica per viaggiatori nel tempo.

Autrice del libro “2050. Guida (fu)turistica per viaggiatori nel tempo” e co-fondatrice e CEO di Impactscool, Cristina è un’imprenditrice sociale che studia e porta ai giovani formazione sulle nuove tecnologie, sugli impatti sociali ed etici dei cambiamenti che provocano e sul futuro.

Cristina è Advisor e Angel Investor di diverse startup italiane e internazionali.

Nel 2006 ha fondato con Andrea Dusi Wish Days, storia di successo italiana venduta ad un gruppo internazionale nel 2016. Sempre con Andrea nel 2017 ha co-fondato l’iniziativa di cittadinanza attiva 10 volte meglio.

 

  • Cristina, hai un passato universitario molto variegato. Bocconi, Holden, Singularity, Institute for Future. Quale è stato il percorso che ti è servito di più?

Difficile scegliere. Sono tutti tasselli che uniti fanno la differenza. Non hai citato quello che forse è davvero il più importante proprio perché permette di unire i punti di ognuna delle altre esperienze e cioè il corso di laurea triennale in Filosofia. Per interpretare i cambiamenti che abbiamo di fronte e per parlare di futuro non si può prescindere da una visione filosofica che aiuti ad andare in profondità e comprendere quale sia la direzione giusta verso cui guardare.

  • Hai avuto un Guru o un Role Model durante la tua vita universitaria o professionale? Se si, chi e che cosa hai imparato?

Sicuramente il mio socio Andrea Dusi che mi ha trascinata in una straordinaria avventura imprenditoriale nel 2006 facendomi scoprire lati di me che non avrei mai nemmeno immaginato. Ho imparato a non mollare, a continuare ad essere curiosa (anche troppo), ad affrontare le difficoltà col sorriso sapendo che l’importante è sempre il percorso.

  • Quale la ragione che ti ha spinto a seguire le tue passioni anche nel lavoro?

Ho fondato Impactscool per svegliarmi felice ogni mattina. Il progetto è nato dalla missione che sento più urgente: formare i giovani sulle nuove tecnologie, sugli impatti sociali ed etici dei cambiamenti che provocano e sul futuro.
I giovani che condividono la stessa missione possono diventare Ambassador, formarsi con noi e portare nelle scuole e università le tecnologie emergenti come Intelligenza artificiale, robotica, stampa 3D, blockchain e molto altro e metodologie di pensiero sul futuro (Foresigt e Future thinking). La candidature per diventare Ambassador sono aperte fino al 15 luglio!

 

  • 3 Consigli per le giovani ragazze per seguire le proprie passioni anche sul lavoro!
  1. Imparare a prendere decisioni basandosi su una visione di futuro sistematica: solo immaginando possibili futuri si può scegliere il proprio preferito e pianificare un modo per arrivarci. Nessuno realizza un futuro che non immagina. Se hai una passione cerca di capire come coltivarla fino a trasformarla nel tuo lavoro!
  2. Non mollare: gli ostacoli sono sempre tantissimi, ma, se stai seguendo la tua passione, potrai trovare la forza di superarli e arrivare fino in fondo. È sempre molto faticoso perseguire le proprie passioni e realizzare i propri sogni, ma vale davvero la pena.
  3. Ascoltare le passioni degli altri e condividere la propria è essenziale per raggiungere i propri obiettivi. Spesso siamo portate a essere gelose di un’idea, ma è proprio dal confronto e dall’unione di forze che nascono i progetti migliori. Condividere una passione e farla diventare un progetto comune è un’esperienza preziosa che aiuta a crescere. 1+1 in questo caso fa 3.
  • 3 libri da leggere sotto l’ombrellone?
  1. Guida (fu)turistica per viaggiatori nel tempo, il mio libro che potete acquistare direttamente qui 
  2. Sapiens e Homo Deus di Yuval Noah Harari
  3. Breve storia di quasi tutto, Bill Bryson

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *