OUR MENTORS IDENTIKIT: ANNA MARIA RUGARLI

Nome e cognome: Anna Maria Rugarli                                                                                                                                                                                                                                                          2′

Ruolo: Senior Director Sustainability and Corporate Social Responsibility – (EMEA)

Azienda: V.F Corporation

 

1.Perchè hai scelto di partecipare al programma IM come mentor?

Perché credo sia fondamentale, per intraprendere un percorso di crescita strutturato, essere accompagnati da mentor che ti sostengano, in ogni stadio di carriera. Pertanto, dopo aver maturato un’esperienza professionale e personale a 360°, in diversi ambiti e in diversi paesi, ho ritenuto importante dare il mio apporto alle giovani donne che avvertono il bisogno di confrontarsi e di evolversi.

 

2. Quale valore aggiunto pensi possa apportare alla vita di una mentee – poter accedere al programma inspiring mentor?

Penso che il valore aggiunto consista nel mettere a disposizione della mentee una persona che diventi un punto di riferimento su cui poter contare, sviluppando in un clima di fiducia reciproca, l’occasione per trovare soluzioni a dubbi o difficoltà.

Inoltre, un programma dedicato, non solo dà l’opportunità alle mentee di potersi confrontare con altre professioniste, ma bensì crea anche il network giusto per costruire una comunità a cui fare riferimento per fronteggiare ogni tipo di sfida.

 

3.Come consiglieresti di affrontare il mentoring ad una giovane mentee?

Con apertura, umilta’ e voglia di cambiare. Credo che siano caratteristiche necessarie per poter davvero trarre beneficio da questo programma. Aggiungo infatti una riflessione: se vi doveste rendere conto che questo desiderio di migliorarsi, di adattarsi, di ascoltare, di mettersi in gioco e di aprire gli orizzonti, non c’ è, ovvero che in buona sostanza non si ha voglia di crescere, che senso ha partecipare ad un programma di mentoring?

 

Ultima domanda:

4.Qual’ è secondo te l’obiettivo finale del mentoring?

E’ il piacere di poter supportare una mentee in un momento di cambiamento o di incertezza, sia a livello personale che professionale. Essere una mentor, inoltre, è per me fonte di grande soddisfazione, di motivazione e mi dona sempre energia e nuovi stimoli; per questo sono motivata ad essere mentor.

 

Stefania Zappa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *